Rendere sociali le imprese
0 commenti 15 marzo 2013

E’ on line il primo saggio del numero zero della rivista Impresa Sociale. Scritto da Riccardo Maiolini, Francesco Rullani e Pietro Versari dell’Università LUISS affronta un tema controverso e di grande attualità, ovvero l’emergere di forme d’imprenditoria sociale in ambito non dal tradizionale bacino non profit, ma dal mondo business. L’approccio proposto dagli autori è molto interessante, anche perché corredato da uno studio di caso: si tratta di adottare un principio di regolazione basato su un’apertura globale – global openness – dei sistemi produttivi e di controllo al fine di favorire la massima trasparenza rispetto agli obiettivi sociali. Ciò richiede di ridefinire – sfocandoli – i confini imprenditoriali adottando una prospettiva reticolare, non come mezzo per ottimizzare forme collaborative in atto, ma come una vera e propria filiera che sa produrre valore condiviso, rinnovando così il modello distrettuale dell’economia italiana. Un approccio in linea con il nuovo piano editoriale della rivista volto, esso stesso, ad allargare le prospettive e gli approcci di analisi sull’imprenditoria sociale, assecondando in modo critico e rigoroso un processo già in atto. Buona lettura!

commenti