Censimento Istat: non profit datawarehouse
0 commenti 12 luglio 2013

E’ stato presentato ieri a Roma il nuovo censimento Istat su imprese, istituzioni pubbliche e organizzazioni non profit. Si è aperto un dibattito – per ora piuttosto flebile – in merito al significato e alle implicazioni dei dati che forniscono una letttura davvero approfondita sull’evoluzione del sistema istituzionale italiano nell’arco di un decennio, quindi un tempo medio lungo. Emerge comunque una tendenza chiara: il non profit è l’unico comparto che presenta una trend di crescita univoco in tutte le sue componenti, in particolare in quelle imprenditoriali (le cooperative sociali) e in quelle filantropiche (le fondazioni) che probabilmente stanno assumendo sempre più una dimensione operativa e di investimento.

Ma questa lettura generale può e deve essere approfondita. Lo si può fare fin da subito perchè l’Istat ha rilasciato un datawarehouse dal quale è possibile estrarre alcuni dati essenziali sulla numerosità e le caratteristiche delle organizzazioni non profit italiane. Nei prossimi mesi, entro novembre, verranno messi a disposizione anche i microdati. Una preziosa fonte informativa anche (e soprattutto) per chi intende promuovere percorsi di ricerca su una realtà importante che ormai rappresenta un asset decisivo per lo sviluppo del Paese.

commenti