Fair Jail Expo
0 commenti 23 agosto 2013

Una piccola fiera dedicata ai prodotti delle imprese sociali che operano in ambito carcerario: questo è Fair Jail Expo, una delle numerose iniziative che fanno da cornice, anche se è un termine riduttivo, al Workshop sull’impresa sociale che si terrà a Riva del Garda il 12 e 13 settembre.

L’idea nasce dalla volontà di valorizzare un comparto che è sempre più attivo e diversificato nella tipologie di prodotti e servizi: l’economia carceraria.

Innanzitutto saranno presentate delle buone prassi nella sessione “L’innovazione della filiera dell’economia carceraria”, coordinata da Francesca Paini (Altreconomia) e Lucia Castellano (membro della Commissione Speciale Carceri del Ministero della Giustizia). Ci ricorda Francesca Paini “Abbiamo invitato al Workshop alcune voci interessanti. Abbiamo affidato il punto di vista delle istituzioni a Lucia Castellano, per molti anni direttrice del carcere di Bollate, un’esperienza modello anche per la particolare attenzione al mondo del lavoro. Tra le molte esperienze cooperative, abbiamo chiesto di portare la loro voce a cooperative che hanno scelto privilegiare le reti e l’innovazione di prodotto, e tra le tante abbiamo privilegiato quelle che producono beni che possono avere uno sbocco anche nel mercato intracooperativo”: Banda Biscotti, Pausa Café, Gatti Galeotti, Rio Terà dei Pensieri, Made in Carcere.

Inoltre –  grande novità che caratterizza l’undicesima edizione del Workshop – sarà allestita Fair Jail Expo, un’area espositiva dedicata a imprese sociali che operano per l’inserimento sociale e lavorativo di detenuti ed ex detenuti attraverso la produzione di beni e di servizi. Le imprese espositrici avranno la possibilità di presentare la propria esperienza, proporre e vendere i prodotti a un pubblico di “addetti ai lavori”: i partecipanti del Workshop. Si tratta quindi di un’interessante opportunità sia di apprendimento che di sviluppo di questa particolare filiera di business sociale.

Esporranno e venderanno i loro prodotti Banda Biscotti (il marchio della cooperativa Divieto di Sosta dedicato alla produzione di biscotti e golosità artigianali all’interno del Carcere di Verbania e Saluzzo), Pausa Cafè (la cooperativa sociale che produce caffè, cioccolato e birra nel carcere di Torino e Saluzzo) e le cooperative sociali di Sigillo, la prima agenzia nazionale di coordinamento dell’imprenditorialità delle donne detenute, di cui cura le strategie di prodotto, comunicazione e posizionamento sul mercato. Il progetto è nato da tre anni di collaborazione e confronto tra il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e tre cooperative sociali (cooperativa Alice di Milano,  Officina Creativa di Lecce e Trani e Uno di Due di Torino) che negli anni hanno saputo distinguersi per le proprie capacità imprenditoriali  e per la propria esperienza nei laboratori tessili all’interno delle sezioni femminili delle carceri italiane, accompagnate dal Consorzio SIR di Milano. Sigillo ha avuto inizio a gennaio 2013 e ha una durata di un anno. In questo periodo si intendono creare le basi per un proseguimento delle attività che si potranno sviluppare solo con  tempi più lunghi.

PROGRAMMA scarica il programma
ISCRIZIONI http://www.rivatour.it/fiere-eventi/?IDSelect=23&viewPNL=4
HOTEL http://www.rivatour.it/fiere-eventi/?IDSelect=23&viewPNL=1
TRANSFER http://www.rivatour.it/fiere-eventi/?IDSelect=23&viewPNL=2
TEL +39.0461.283375
MAIL workshop@irisnetwork.it
FACEBOOK WIS Workshop sull’Impresa Sociale
TWITTER @Iris_Network #WIS13
commenti