Riformare la PA con l’impresa sociale
0 commenti 3 maggio 2014

Sono da poco on line due saggi della rivista Impresa Sociale che affrontano un tema di grande attualità: la riforma della Pubblica Amministrazione. In questi stessi giorni, infatti, il governo italiano ha presentato le linee guida per introdurre elementi di innovazione sia nella struttura della burocrazia pubblica, sia nelle modalità di relazione tra questa e i suoi “users”, ovvero i cittadini.

Entrambi i saggi trattano di riforme piuttosto controverse introdotte nel Regno Unito. Il primo contributo – curato da McHugh, Sinclair e altri – analizza in chiave critica un nuovo strumento per finanziare l’offerta di servizi pubblici: il Social Impact Bond. Uno strumento ben conosciuto anche in Italia e, per certi versi, introdotto anche nel nostro Paese anche se a differenza di quello britannico manca di un aspetto rilevante ovvero il meccanismo di “Payment by Results” che premia non solo l’efficienza gestionale ma anche l’efficacia dell’intervento (il famoso “impatto sociale”). L’articolo ha già suscitato un certo dibattito che vi invitiamo ad alimentare ulteriormente. Il secondo saggio – a firma di Matteo Orlandini dell’Università di Bologna – approfondisce una riforma della Pubblica Amministrazione inglese ancora poco conosciuta, ovvero i processi di “spin-out” grazie ai quali intere unità organizzative pubbliche sono state trasformate in modelli privati di impresa sociale (con la dizione “Public Service Mutuals”).

In entrambi i casi ad essere chiamati in causa sono i rapporti tra Pubblica Amministrazione e impresa sociale secondo modalità che vanno ben oltre lo schema classico della fornitura di servizi in outsourcing. In parole povere non si parla dei classici capitolati d’appalto e schemi di convenzione. Si tratta piuttosto di innovazioni radicali che riconoscono nell’impresa sociale uno strumento di trasformazione dell’organizzazione e gestione dei servizi pubblici. Un percorso di riforma che forse potrebbe ispirare anche il governo italiano. Buona lettura!

Immagini di Atelier Vostok

commenti