#WIS14: un addensante per l'innovazione
0 commenti 16 luglio 2014

Ora che, secondo il premier Renzi, “il terzo settore deve diventare primo” e che, secondo il ministro Poletti, la nuova impresa sociale disegnata nella nuovissima legge di riforma del Governo “è un nuovo pilastro tra stato e mercato” ci sono molte cose da fare e non solo sul fronte normativo. Anzi, forse la priorità consiste nell’accelerare il processo di aggregazione di soggetti e risorse in un vero e proprio “ecosistema” popolato, in primo luogo, dalle varie tipologie di impresa sociale, ma anche degli altri attori che si candidano a sostenere il ruolo e l’operatività di queste imprese: istituzioni pubbliche, enti di ricerca, soggetti finanziari, professionisti e consulenti. Un sistema ampio, probabilmente già in essere, ma che appare sfilacciato. O meglio, ben articolato in alcuni contesti (la cooperazione sociale) e con molti buchi in altri. E questa segmentazione interna rappresenta la maggiore difficoltà nell’intercettare le risorse (non solo economiche ma anche di legittimazione) generate dal nuovo assetto normativo. In sintesi, dar vita a quell’effetto leva che fin qui è mancato per aprire un nuovo ciclo di vita dell’impresa sociale in Italia.

Il Workshop 2014 sull’impresa sociale (#WIS14) si candida, certamente non da solo e non da oggi, a svolgere questa funzione di addensante dell’ecosistema, in particolare guardando agli elementi di innovazione che scaturiscono dalla produzione scientifica e dalle concrete esperienze segnalate dalle imprese sui territori. Date uno sguardo alla nuova versione del programma, molto più ricca e dettagliata. Troverete una molteplicità di opportunità e stimoli per una partecipazione attiva in un contesto piacevole che alterna momenti assembleari, workshop tematici ed eventi collaterali. Il tutto con un fil rouge (questa volta scritto giusto;) che fa da giusto contraltare all’enfasi sulla regolazione normativa di questi giorni. Il tema di questa edizione, infatti, è il ridisegno dei servizi per incrementare (e qualificare) l’impatto sociale dell’azione di queste imprese. Un tema quanto mai d’attualità, considerando che nella legge delega si definisce l’impresa sociale non solo per la sua conformazione istituzionale, ma anche perché realizza “un impatto sociale positivo e misurabile”. Appuntamento quindi a Riva del Garda il prossimo 18 e 19 settembre. Le iscrizioni sono aperte e, ancora per poco, è possibile usufruire di interessanti sconti per chi deciderà subito di partecipare.

PROGRAMMA

ISCRIZIONI (scontistica fino al 3 agosto 2014)

PROGRAMMA SPECIALE STUDENTI

commenti