Il design delle opzioni
0 commenti 29 agosto 2014

Il prossimo Workshop sull’impresa sociale del 18 e 19 settembre sarà occasione per mettere a tema in molti momenti il fil rouge della dodicesima edizione: ridisegnare i servizi per aumentare l’impatto. Il focus sul design dei servizi per l’impresa sociale sarà sviluppato nelle tre sessioni di #servicedesign4socent (progettate da quella che abbiamo chiamato simpaticamente “la sporca dozzina”), ma soprattutto sarà dibattuto da Francesco Zurlo, direttore del Master in Design Strategico del Politecnico di Milano, con il suo intervento su “Il design delle opzioni”.

Oggi il design è motore di cambiamento non solo dentro l’industria – suo luogo elettivo e primitivo – quanto nella società e nelle culture. Esso può generare cambiamento grazie al set di capabilities che il designer – cioè di chi opera attraverso il design – può mettere a disposizione di stakeholder lungo tutta la catena del valore. Il ruolo del designer, allora, non è più quello autoriale che abbiamo ereditato dalla storia di questa disciplina: non c’è un progetto che si  impone bensì un progetto che “abilita” gli altri a costruirsi le proprie soluzioni sostenibili. E’ un modo per  dare ad altri “opzioni” nelle scelte che riguardano progetto, fruizione, consumo e riuso di prodotti, servizi e soluzioni. Il design delle opzioni è, per analogia, un'”opera aperta” che si nutre di dialogo con le parti e favorisce, grazie a nuove “enabling rules”, il coinvolgimento di altri attori per l’innovazione sociale.

In attesa del Workshop, come lettura vi consigliamo anche questo pezzo di Zurlo uscito su Weconomy Il co-design per le comunità locali“.

Stay tuned!

Workshop sull’impresa sociale | 18-19 settembre 2014

SEGUICI SU:

SITO |  MAIL |  FACEBOOK |  TWITTERPINTEREST |  GOOGLE+ |  YOUTUBE

#WIS14

commenti