Design Networking. Sistemi locali di economie collaborative
0 commenti 5 febbraio 2017

L’esperienza realizzata con il progetto La RES Rete Economia Sociale, sui beni confiscati alle mafie nei luoghi delle Terre di Don Peppe Diana – vasto territorio della provincia di Caserta – reinventa lo sviluppo locale nelle filiere dell’agroalimentare, del turismo sociale e della comunicazione, animandosi attraverso l’impegno concreto delle persone che hanno lavorato per determinare le nuove regole che realizzino una rete locale di relazioni economiche e sociali. La pratica sociale della collaborazione, estesa ai settori produttivi nonprofit e for profit, si fonda sulla solidarietà e sulle buone pratiche ed è documentata attraverso i progetti legati ai luoghi dove si sono compiuti.

Maria Antonietta Sbordone (Seconda Università degli studi di Napoli), nel caso studio “Design Networking. Sistemi locali di economie collaborative” da poco pubblicato su Impresa Sociale, descrive lo stato dell’arte del progetto e ripercorre le fasi realizzative del design networking, delineando prospettive future secondo un modello di sviluppo che parte dal basso e diffonde e fa conoscere il territorio attraverso un racconto collettivo.

Buona lettura!

Layout1

Foto di pupilla grafik. Hall of fame di Turro, Milano

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>