Misurare la coesione sociale
0 commenti 12 febbraio 2017

Misurare la coesione sociale: una comparazione tra le regioni italiane” è il titolo di un nuovo saggio breve pubblicato sulla rivista Impresa Sociale, a cura di Giulia Venturini (Università Bocconi) e Paolo R. Graziano (Università degli Studi di Padova – O.C.I.S. Osservatorio Internazionale per la Coesione e Inclusione Sociale, Reggio Emilia). La coesione sociale, ossia quell’insieme di fiducia, cultura e ricchezza economica e sociale che caratterizzano una comunità; gli autori propongono una mappatura della coesione sociale a livello nazionale, a partire dalla scelta di un indicatore composito che, da un lato, si ispira ai criteri del social justice index della Fondazione Bertelsmann (che da alcuni anni monitora i livelli di inclusione sociale a livello europeo attraverso il Social Inclusion Monitor Europe), dall’altro fa proprie le dimensioni del benessere valutate dall’Istat attraverso il BES (benessere equo e sostenibile). Lo studio degli autori restituisce una fotografia dell’Italia in termini di coesione sociale ma, soprattutto, riapre il dibattito sulla coesione sociale per delineare nuove linee di intervento e nuovi modelli di politiche per il benessere sociale in Italia. Buona lettura!

Layout1

Foto di pupilla grafik. Hall of fame di Turro, Milano

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>