Al via il fondo rotativo del Mise per l’economia sociale
0 commenti 9 novembre 2017

Con una dotazione di 223 milioni di euro, ha preso ufficialmente avvio martedì 7 novembre 2017 il Fondo Rotativo per la concessione di finanziamenti agevolati per la diffusione e il rafforzamento dell’economia sociale promosso dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico). Per i soggetti beneficiari è ora possibile trasmettere le domande al MISE, tramite procedura a sportello, corredate da delibera preventiva di una delle banche aderenti alla Convenzione ABI, CDP e MISE.

Il Fondo è una nuova misura agevolativa dedicata alla nascita e allo sviluppo delle imprese operanti nel settore dell’economia sociale, nello specifico:

  • imprese sociali di cui al decreto legislativo n. 112/2017 (ex D.Lgs n. 155/2006) e ss.mm.ii. costituite in forma di società;
  • cooperative sociali di cui alla legge n. 381/1991 e ss.mm.ii. e relativi consorzi, che con D.Lgs 112/2017 hanno acquisito di diritto la qualifica di imprese sociali;
  • società cooperative aventi qualifica di ONLUS ai sensi del decreto legislativo n. 460/1997 e ss.mm.ii.

L’agevolazione consiste in un finanziamento agevolato per la realizzazione di programmi di investimento (non inferiori a 200mila euro e non superiori 10 milioni di euro) finalizzati alla creazione o allo sviluppo di imprese operanti nell’ambito dell’economia sociale, in qualunque settore e su tutto il territorio nazionale.

L’agevolazione consiste in:

  • una quota pari al 70% di finanziamento agevolato dello 0,5% (di una durata non superiore a 15 anni, comprensiva di un periodo di pre-ammortamento massimo di 4 anni – a valere sulle risorse del Fondo Rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti di ricerca (FRI), presso la gestione separata di Cassa Depositi e Prestiti);
  • un quota pari al 30% di cofinanziamento bancario a tasso di mercato da parte di una banca convenzionata con ABI, CDP, MISE;
  • un contributo alle spese a fondo perduto per programmi non superiori a 3 milioni fino a un massimo del 5% dei costi.

Gli adempimenti tecnici e amministrativi della gestione del Fondo sono stati affidati dal MISE ad Invitalia.

Tutte le informazioni su programmi ammissibili, spese finanziabili e modalità di presentazione delle domande sul sito del MISE.

commenti