Il mercato della finanza per l’impresa sociale
0 commenti 1 maggio 2016

La Commissione Europea, nell’ambito del programma EaSI 2014-2020 (Employment and Social Innovation), ha pubblicato – con scadenza 13 giugno 2016 – il bando dell’asse Progress “Incrementare la domanda e l’offerta nel mercato della finanza per l’impresa sociale”.

La call – dotata di un budget di oltre 2 milioni di euro – intende contribuire allo sviluppo di un mercato della finanza sociale sia aumentando l’offerta di finanza (sviluppando le capacità degli attori coinvolti) sia favorendo la creazione di una domanda effettiva di finanza tra le imprese sociali (sviluppando la loro investment readiness).

Guardando in particolare alle cinque linee d’azione previste – le prime tre intervengono sul lato dell’offerta, le ultime due sul lato della domanda – è possibile comprendere quali siano i temi che la Commissione Europea ritiene oggi rilevanti nel definire il rapporto tra impresa sociale e finanza:

  • creare partenariati di finanza sociale, soprattutto nei Paesi in cui il mercato della finanza sociale non è ancora sviluppato (in quanto non esistono strumenti adeguati di finanza e mancano investitori o istituti di credito preparati a partecipare ad uno strumento finanziario);
  • creare meccanismi e strumenti di finanza sociale, soprattutto nei Paesi in cui il mercato della finanza sociale è scarsamente sviluppato (in quanto non esistono strumenti adeguati di finanza sociale e i potenziali investitori, istituti di credito e intermediari finanziari non dispongono di expertise per la preparazione degli accordi contrattuali necessari per la creazione di uno strumento finanziario);
  • promuovere strumenti di finanza ibrida per le imprese sociali, soprattutto nei Paesi in cui esiste già un mercato di finanza sociale ma gli operatori agiscono in maniera isolata applicando una gamma di regole e procedure disomogenee;
  • promuovere e supportare la “investment readiness” delle imprese sociali, ad esempio con la creazione di un sistema di servizi di consulenza e di costruzione di competenze in materia di finanza sociale e migliorando l’offerta di assistenza e consulenza specializzata. Questo potrebbe rispondere alla difficoltà delle imprese sociali nell’ottenere finanziamenti o nel combinare diversi tipi di finanziamento;
  • creare una piattaforma europea che rafforzi la capacità delle organizzazioni di supporto alle imprese sociali, per mettere in comune competenze, risorse e approcci di organizzazioni con provata esperienza.

Call for proposals VP/2016/007

Estratto da Europa Facile (ita)

imm4

 

 

commenti